• Tutte le strategie di successo
  • Attività Carceri
  • Attività Popolazione Generale
  • Attività PWID e Popolazione Homeless
  • Attività SerD

Progetto MOBILE (Monza Brianza Insieme Liberi dall’Epatite)

, , , , , ,

Collegare l’ospedale con il territorio per offrire alle PUD (persone che usano droghe) screening HCV, referral, linkage to care   Popolazione interessata La provincia di Monza-Brianza, ancorché piccola come estensione territoriale, è la seconda provincia più densamente popolata in Italia (dopo Napoli), e conta circa 800.000 residenti. Il fenomeno dell’utilizzo di droghe per via iniettiva…

Un modello semplificato di interventi e cure per raggiungere l’eliminazione dell’HCV tra le persone che si iniettano droghe (PWID) e i detenuti

, , , , ,

In questo studio è stato valutato se un modello semplificato di interventi e cure condiviso con i Servizi territoriali per le dipendenze patologiche (SerD) e gli Istituti penitenziari, possa favorire l’accesso ai test diagnostici e al trattamento dei soggetti che fanno uso di droghe in vena e dei detenuti HCV positivi.

Eliminazione di HCV nei consumatori di sostanze: dallo screening al Point of Care, l’esperienza del SerD dell’ASST Papa Giovanni XXIII-Bergamo

, , , ,

Nell’ottica dell’eliminazione dell’HCV, particolare attenzione è stata rivolta ad alcune categorie di popolazione, che rappresentano ancora un serbatoio importante di infezione e reinfezione e che hanno scarso accesso ai servizi sanitari di base e quindi alle cure specifiche. 

Infezione da HCV e Centri di Salute Mentale: un ambito importante per gli interventi di microeliminazione

, , , , ,

Si è concluso a fine giugno 2023 il progetto “Non solo Covid: HCV free – percorsi di screening per l’epatite C” per popolazioni a rischio, una iniziativa volta a rilevare la presenza di infezione da virus dell’epatite C misconosciuta in una popolazione inconsapevole ad alto rischio

Presentazione finale “Cinquanta senza C”

, , , ,

Il progetto ‘Cinquanta senza C’, è un progetto di eradicazione intraospedaliero promosso dalla Asl Napoli 2 Nord , con l’obiettivo di effettuare screening per la ricerca del virus dell’epatite C in tutti i pazienti con età superiore ai 50 anni ricoverati presso i Presidi Ospedalieri della Asl Napoli 2 Nord.

Progetto integrato tra AOU Sassari ed Emergency ONG Onlus

, , , ,

L’Aou di Sassari ed Emergency hanno realizzato un progetto integrato contro l’epatite C.

Realizzazione ed implementazione di un sistema di sorveglianza e di precoce “presa in cura” dei pazienti con HCV afferenti alla AOU Federico II

, , , ,

L’infezione da virus dell’epatite C (HCV) rappresenta una delle cause principali di epatite cronica, cirrosi ed epatocarcinoma (HCC). La via parenterale è la principale via di trasmissione dell’HCV e, nei paesi occidentali, le fonti principali di infezione sono attualmente costituite da tossicodipendenti e dagli strumenti con cui vengono praticati tatuaggi, piercing, agopuntura, interventi odontoiatrici o strumenti non adeguatamente sterilizzati.

Screening point of care per HCV in persone testate per SARS-CoV-2 in un quartiere di edilizia popolare di Milano, Italia

, , , ,

In questo studio si è cercato di valutare lo stato HCV-Ab utilizzando Point of care testing in soggetti sottoposti a screening COVID-19 nel quartiere di edilizia sociale San Siro di Milano, con una popolazione multietnica e un basso status socioeconomico, e la conseguente accettazione del collegamento all’assistenza.

Rilevamento dell’infezione da HCV mediante screening di massa della popolazione SARS-CoV-2: un’esperienza pilota nel Nord Italia

, , , ,

Dopo un primo tentativo riuscito di utilizzare test immunocromatografici rapidi (RICT) per lo screening degli anticorpi SARS-CoV-2 a Castiglione d’Adda, un’area di circolazione virale precoce nel Nord Italia, è stato realizzato un progetto per estendere il programma ad altre 5 città in Lombardia, includendo in 3 di queste anche lo screening rapido per l’HCV:

Hcv-Free Hospital: progetto pilota di microeliminazione dell’infezione hcv tramite point-of-care testing e linkage to care

, , , ,

L’obiettivo dello studio è stato quello di condurre uno screening per l’infezione HCV in un setting ambulatoriale di un centro epatologico terziario italiano. Fra Aprile 2019 e Settembre 2020, sono stati prospetticamente sottoposti a screening HCV parenti/conviventi di pazienti con nuova diagnosi di infezione HCV (Gruppo A) afferenti agli ambulatori della S.C. Gastroenterologia ed Epatologia…

I primi risultati del progetto “Zero Epatite C” dell’ospedale Betania

, , , ,

Da gennaio 2020, presso il nostro ospedale è stato istituito un modello innovativo di referral Ospedaliero in grado di intercettare ed avviare al trattamento tutti i pazienti con infezione da HCV ricoverati.

Progetto Stop Covid, Zero Epatite C, Casola di Napoli, prima comunità in Italia libera da Hcv

, , , ,

Il progetto aveva l’obiettivo di raggiungere la micro-eliminazione dell’epatite C in un piccolo paese del Sud Italia, attuando azioni, strategie e percorsi per guidare tutti i pazienti con una diagnosi nota di epatite C

All for one to HCV care! Proposta operativa di interazione tra lo Specialista e il Medico di Medicina Generale per l’eradicazione di HCV nei pazienti con mild liver disease.

, , , ,

L’obiettivo del progetto (ricercatrice principale: Dott.ssa Elena Garlatti Costa – Ospedale Santa Maria degli Angeli di Prodenone) è stato quello di realizzare nella pratica clinica un modello pilota di cura semplificato e «territoriale» per il paziente con infezione cronica da HCV con mild liver disease.

Get tested, get teated, get cured

, , , ,

Il progetto (ricercatrice principale: Dottoressa Silvia Rosati – INMI Spallanzani di Roma) prevedeva di effettuare screening per HIV/ HBV/HCV/HDV, in un arco di tempo massimo di 12 mesi

Modello di eradicazione dell’infezione da HCV in tre Comuni della Regione Lazio mediante screening di comunità

, , , ,

Il progetto si è posto i seguenti obiettivi:
realizzazione di uno screening sistematico per l’infezione da virus dell’epatite C (HCV)

Consulenza, test e trattamento extraospedaliero HCV tra tossicodipendenti e senza tetto: i risultati del progetto Stop HCV a Bologna

, , , ,

La fattibilità e il successo del trattamento dell’epatite C (HCV) nelle persone che si iniettano droghe (PWID) e nei senzatetto (HL) sono stati dibattuti.

Il trattamento extra ospedaliero dell’epatite C aumenta la permanenza in cura tra le persone che si iniettano droghe e i senzatetto: uno studio osservazionale

, , , ,

Le persone che utilizzano droghe per via iniettiva (PWID) e i senzatetto rappresentano un grande serbatoio di infezione da virus dell’epatite C (HCV).

EPATITE C: con il progetto ENEHIDE abbiamo dimostrato che un istituto detentivo “HCV Free è possibile” coinvolgendo detenuti, Polizia Penitenziaria e personale sanitario.

, , , ,

Il progetto pilota ENEHIDE (Educazione e prevenzioNE sull’ HCV all’interno degli Istituti di Detenzione) è stato ideato, promosso e realizzato nella Casa Circondariale di Viterbo dalla Associazione EpaC onlus e SIMSPE (Società Italiana di Medicina e Sanità Penitenziaria). Il progetto è stato pensato per dimostrare l’importanza di informare ed educare le persone detenute ma anche…