Il tuo contributo è importante:
più donazioni a EpaC significano più possibilità di aiutare, informare, prevenire e finanziare la ricerca

Guarda lo spot #ZeroEpatiteC

Il nostro impegno

Il denaro raccolto attraverso l’SMS SOLIDALE sarà investito per attivare il Numero Verde EpaC
Una linea telefonica per informare e orientare le persone con epatite C.

Durata del progetto
Annuale a partire da aprile 2017. Il servizio verrà ampliato negli anni successivi in base alla quantità dei fondi raccolti.

Descrizione del progetto
Si tratta di realizzare un Numero Telefonico Verde per l’epatite C che sarà gestito da operatori dell’Associazione EpaC, (in collaborazione con Infettivologi e Gastroenterologi qualificati) specializzati nell’attività di counselling, in grado di fornire sostegno e indicazioni utili e scientificamente corrette prima e dopo la diagnosi di epatite C, indirizzando le persone ai Centri Specializzati più vicini e seguendole durante il percorso di un eventuale terapia.
I pazienti e le loro famiglie si trovano spesso disorientati ed hanno bisogno di consigli e informazioni utili alla gestione della malattia e sui luoghi di cura. EpaC onlus è in grado di offrire questo servizio poiché i propri operatori sono stati opportunamente formati e, cosa importante, hanno vissuto in prima persona la malattia, elemento importantissimo per consentire una comunicazione maggiormente empatica e funzionale.
Nel mare di informazioni che stanno circolando sulla malattia e relative terapie, a volte non completamente corrette, le persone affette da epatite C hanno bisogno di una guida e di un sostegno che EpaC garantisce, avendo maturato una grande esperienza in 20 anni di attività.
Oggi una cura definitiva per l’epatite C esiste, ed è ancora più importante e necessario fornire informazioni corrette alle persone che vogliono accedere alle terapie. Il 95% delle persone con epatite C possono essere completamente guarite con un ciclo terapeutico di 3-6 mesi, ma soltanto 66mila pazienti (sui 300 mila diagnosticati) hanno potuto accedere a tali terapie innovative, poiché rimborsate dal Servizio Sanitario Nazionale solo ai soggetti più gravi.
Sostieni EpaC